GROUPON PER DENTISTI

GROUPON PER DENTISTI: STRUMENTO DI PROMOZIONE VALIDO O NO?

“Cosa c’è di più cinico dei saldi, che ti vendono a metà prezzo quello che due giorni prima hai pagato il doppio?” F. Fazio

Groupon, per i pochi che non lo conoscessero, è la più grande piattaforma di vendita online di coupon scontati per attività di vario genere. Si possono trovare offerte per ristoranti, per gite in barca, per l’acquisto di abbigliamento…e ovviamente anche offerte di servizi odontoiatrici a basso prezzo!

Il vantaggio principale di Groupon è quello di poterti offrire una grande visibilità. Perché Groupon conta milioni di utenti iscritti in Italia. In poche ore decine, se non centinaia di pazienti, potrebbero comprare un ticket per venire nella tua clinica. Solitamente l’idea di un dentista è proprio questa: attirare il maggior numero di persone in studio sperando poi di poterle fidelizzare.

[Qui ovviamente parliamo di Groupon, essendo il sito che offre questo servizio più utilizzato e famoso in Italia, ma avremmo potuto fare i nomi di Groupalia, Letsbonus, Jumpin…]

groupon per dentisti 2

Ecco un classico coupon in vendita su Groupon che promuove uno studio dentistico: lo sconto previsto è superiore all’ 80%!

Andiamo però ad elencare gli svantaggi di questo strumento:

1) Il prezzo a cui dovrai proporre il tuo servizio deve essere un prezzo decisamente scontato.

Di solito parliamo almeno del 50% sul prezzo di listino perchè Groupon accetti di pubblicare la tua offerta, ma solitamente se non scendi ulteriormente col prezzo difficilmente potrai competere coi prezzi proposti dai tuoi colleghi sullo stesso portale!

Groupon si tiene la metà di quello che ti rimane. Su questa cifra devi poi pagare le tasse.
Facciamo un esempio guardando l’immagine postata sopra: proponi un servizio di pulizia a 20€ (arrotondiamo) invece di 100. Di questi 20€ 10€ vengono trattenuti da Groupon, 10€ rimangono a te per il servizio svolto. Con questi 10€ devi pure pagare lo Stato…alla fine dei conti in tasca non ti rimane quasi nulla!

Questo significa che lavorerai con un margine bassissimo (se non nullo) su quel singolo servizio. Ovviamente, però, l’attenzione che dovrai riservare al paziente Groupon dovrà essere la stessa che riservi a chi paga il prezzo pieno. Prima di tutto perché sei un serio professionista e poi perché speri di far si che quella persona torni nuovamente nel tuo studio in futuro. Il guadagno sicuramente lo fanno Groupon stesso e il privato che acquista ad un prezzo concorrenziale. Decisamente meno chi propone l’offerta.

2) Una “svalutazione” dei tuoi clienti già acquisiti.
Che figura faresti con i tuoi pazienti che vengono nel tuo studio da anni e pagano a prezzo pieno l’onorario mentre tu offri a dei perfetti sconosciuti lo stesso servizio alla metà del prezzo? Se fossi tu una di quelle persone come la prenderesti? Male immagino. Inoltre considera che dopo la vendita dei coupon, per alcune settimane/mesi ti troverai una moltitudine di persone che verrà in studio con il suo buono togliendo spazio e attenzione ai tuoi pazienti affezionati e fidelizzati.

Inoltre rischieresti di diventare nell’immaginario collettivo, compreso quello dei tuoi colleghi e dei tuoi pazienti, il famoso dentista low cost. Il pubblico valuta la qualità del tuo servizio in base a quello che paga (nell’immaginario collettivo diventerai quello che offre servizi di qualità mediocre a prezzi bassi. RICORDATI: un paziente non sa valutare veramente le tue qualità tecniche. È tutta una questione di PERCEZIONE. Per il solo fatto di offrire una prestazione ad un prezzo basso la gente tenderà a pensare che il servizio abbia poco valore). E quella del dentista low cost questa è un etichetta difficile da togliersi.

3) I clienti di Groupon sono persone tendenzialmente molto sensibili al prezzo ma poco sensibili ad altri fattori.
Facciamo un esempio pratico: Il signor Rossi prende un coupon per fare una sessione di igiene orale nel tuo studio. Spende 50€ invece dei 100€ di listino. L’anno prossimo quando dovrà ripetere la pulizia tornerà da te spendendo 100€? Molto più probabilmente cercherà un’altra offerta su Groupon per un igiene a basso costo. Lo fa perché è il classico utente che sceglie il prezzo. Groupon è il sito per risparmiare e le persone che acquistano su questo sito vogliono spendere poco. Il principale fattore che influenza la loro scelta è la percentuale di sconto prima ancora della qualità. In sintesi: far tornare nel tuo studio odontoiatrico un cliente Groupon non sarà facile!

Dopo aver smontato il sistema Groupon vogliamo fare un passo indietro. Perché, come continuiamo a ripetere, “marketing” significa sperimentare sulla propria pelle e far tesoro dell’esperienza. Ti mettiamo però in guardia: se vuoi fare questo tipo di promozione assicurati sempre di lavorare con un margine di guadagno (per quanto basso) e soprattutto dotati di un buon sistema di fidelizzazione e upselling. Tutto deve essere perfettamente studiato in modo da far tornare la persona a servirsi nuovamente da te.

Se il tuo studio non è una macchina perfettamente oliata lascia perdere e investi questi soldi in attività più profittevoli!

Lo scopo di Groupon è questo: darti visibilità. A rendere la visibilità un vantaggio concreto per il tuo studio poi dovrai pensarci tu!

Tratto dal libro “Dental Marketing”. Per maggiori informazioni sul libro CLICCA QUI

Anche tu sei tentato di provare Groupon? Oppure l’hai già fatto e sei rimasto insoddisfatto? Sappi che esistono strumenti molto più efficaci per trovare pazienti!

Se vuoi una mano per promuovere il tuo studio odontoiatrico OSMM, la 1′ società di consulenza per studi dentistici, da oltre 15 anni specializzata nel settore, può fare al caso tuo! Per ricevere maggiori informazioni COMPILA SENZA IMPEGNO IL MODULO QUI SOTTO

Nome e Cognome (richiesto)

Città (richiesto)

Email (richiesto)

Telefono (richiesto)

Il tuo messaggio

Dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l'informativa ai sensi del Reg. UE 2016/679 (Art. 13) e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali.
Esprimo in modo consapevole e libero il consenso al trattamento per le seguenti finalità:
Finalità 1 do il consensonego il consenso
Finalità 2 do il consensonego il consenso
Finalità 3 do il consensonego il consenso